Fred BUSCAGLIONE “Guarda che luna”


Forse stanco del suo personaggio di “duro”, sul finire degli anni cinquanta Fred iniziò ad incidere canzoni melodiche, talvolta scritte anche da altri autori come: Guarda che luna, Love in Portofino, Non partir (di Giovanni D’Anzi e Alfredo Bracchi) e Al chiar di luna porto fortuna (scritta da Carlo Alberto Rossi).
Tre settimane prima della morte, in un’intervista al quotidiano Stampa Sera espresse l’intenzione di ritirarsi nel giro di due anni, affermando: «Prima che la gente mi volti le spalle, Fred il duro sparirà, ed io tornerò ad essere solo Ferdinando Buscaglione». Buscaglione morì improvvisamente all’alba del 3 febbraio 1960, a soli 38 anni, in un incidente d’auto, mentre rientrava all’hotel Rivoli dopo aver trascorso la notte esibendosi in un night di via Margutta nella Capitale[2]. La sua Ford Thunderbird color lilla, giunta all’incrocio fra via Paisiello e viale Rossini nel quartiere romano dei Parioli, si scontrò con un camion Lancia Esatau carico di porfido guidato dal ventiquattrenne Bruno Ferretti, che tentò di soccorrerlo insieme a unmetronotte e a un passante. Fermarono un autobus dove caricarono il cantante, che giunse però troppo tardi all’ospedale.

google translate good luck…

Perhaps tired of his character of “hard”, in the late fifties Fred began to affect melodic songs, often written by different authors such as: Look at that moon, Love in Portofino, not partir (by Giovanni D’Anzi and Alfredo Hounds) and the moonlight harbor luck (written by Carlo Alberto Rossi).
Three weeks before his death, in an interview with the newspaper Print Evening expressed his intention to retire in two years’ time, saying: “Before people turn your back on me, Fred, the tough disappear, and I will return to being just Ferdinando Hammond. “Hammond died suddenly dawn on February 3, 1960, just 38 years old, in a car accident while returning to the hotel Rivoli after spending the night performing in a night of Margutta in the Capital. [2] His Ford Thunderbird lilac, now the intersection of Via Paisiello and Rossini avenue in Rome’s exclusive Parioli, collided with a truck load of porphyry Lancia Esatau led by twenty-four Bruno Ferretti, who tried to rescue him along with unmetronotte and a passer-by. They stopped a bus where they loaded the singer, who, however, came too late to the hospital.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...